Marina Martorana è giornalista di attualità, autrice di manuali/saggistica e consulente di comunicazione
Articoli recenti

ingresso libero

Ingresso libero e tanti eventi nel convento passionista di Caravate (VA)

La nuova impronta sociale del convento dei Passionisti di Caravate (VA).  Sabato 10 giugnospeciale giornata anti-stress per tutta la famiglia: ingresso libero all’open day tra arte, natura, musica, giochi, intrattenimenti e spettacolo serale nello scenico comprensorio del Santuario di Santa Maria del Sasso

La visita guidata dello storico convento (la prima notizia certa della chiesa è in un documento del 1159) e della mostra iconica sulla vita di San Paolo. Prima o dopo si va a zonzo nell’enorme parco circostante tra orti, pecore, capre, galline e anatre. Sino all’alveare: chi vuole potrà assistere alla smielatura. E non solo.

Dalle ore 14 in poi saranno allestiti diversi stand creativi per ascoltare a richiesta, tipo juke-box, canzoni suonate alla chitarra, partecipare all’ideazione di un mega poster dove ognuno potrà scrivere il suo pensiero, gustare un apericena (su prenotazione e a offerta libera).

Dulcis in fundo, alle 20.30 ecco il musical Il Sogno di Giuseppe, liberamente tratto dalla commedia musicale di Pietro Castellacci e Giampaolo Belardinelli e messo in scena dalla Compagnia teatrale Insieme in Allegria.

Ebbene sì, anche i religiosi si evolvono al passo con questi tempi improntati sulla socialità. E i Passionisti di Caravate si sono tecnologicamente organizzati con il website, oltre a essere presenti sui social network Facebook, Twitter, Google +

Attualmente sono una decina i missionari Passionisti che vivono nell’antica struttura mistica di Caravate e si definiscono “la famiglia passionista”. Padri spirituali con alle spalle tanta esperienza di vita, nelle missioni africane o bulgare, oltre che nell’ambiente educativo, e con molte storie da raccontare.

E dispongono di ampi spazi, interni ed esterni, da dedicare all’accoglienza: una ottantina di camere e un parco scenografico.

Così, affiancati da un gruppo di volontari laici, i Passionisti via via hanno pensato di aprire sempre più le porte al pubblico per far conoscere la loro idilliaca realtà e condividere il benessere interiore con chi lo desidera.

I missionari Passionisti di Caravate ospitano a ciclo continuo studenti che han bisogno di concentrazione per preparare gli esami, come pure meeting e convegni aziendali nel salone principale. Ma è ben accetto chiunque voglia fermarsi un attimo a riflettere, a ritemprarsi psicofisicamente, oppure abbia bisogno di essere accompagnato e sostenuto in un momento di crisi personale o di coppia.

L’open day di sabato 10 giugno è solo l’inizio di un percorso. Parecchi infatti i progetti socioculturali in cantiere e chissà, magari un giorno e con l’aiuto di tutti questa oasi di pace si trasformerà in un altrettanto pacifico ecovillaggio.

Il monastero Santa Maria Del Sasso, casa spirituale dei Missionari Passionisti, si trova in via San Paolo Della Croce 1, a Caravate (VA)

www.passionisticaravate.it

Per ulteriori informazioni e/o prenotazioni si possono contattare:

Padre Marco Panzeri, al 348-3785432

Grazia Maria Fossati, al 392-6474284

 

1924-2014, la RAI racconta l’Italia: ingresso libero alla Triennale di Milano

caroselloCom'era la vita nel Belpaese prima di radio, tivù in bianco e nero, tv color, digitale? Forse migliore, ma senz'altro orfana di finestre sul mondo ( e sul resto del nostro Paese), priva di quei clic di accesso all'informazione per il pubblico, e senza la possibilità di avere a casa propria momenti di svago, cultura, intrattenimento, non certo ultimo, di compagnia. E quante, quante cose sono cambiate in novant'anni. Azzeccato il titolo della affascinante mostra socioculturale 1924-2014 , la RAI racconta l'Italia. Come un monumento nazionale, i suoi reperti mixati al presente sono esposti da domani al 15 giugno alla Triennale di Milano, in viale Alemagna 6. Con ingresso libero ( gli orari e altre info sono nel website).  Anni illustrati con miscellanee di programmi, filmati di eventi particolarmente significativi, telegiornali, annunci, servizi, programmi, quiz, tribune politiche, carosello. Ma anche con documenti d’archivio, fotografie d’epoca, opere d’arte della ricca collezione Rai (Guttuso, De Chirico, Casorati, Nespolo, Cremona, Campigli, Turcato, Vedova e molti altri), copioni e testimonianze manoscritte di chi ha attivamente partecipato e vissuto la epocale avventura iniziata il 27 agosto del 1924, giorno dell’atto costitutivo dell’Unione Radiofonica Italiana U.R.I. e gli anni di attività dall’URI all’EIAR fino alla RAI.

 

Cultura: a Milano nuovo ciclo di lezioni gratis sulla Storia

santa maria grazieSì Enrico che mi hai scritto per questo motivo, tante volte la parola gratis è il grande imperatore che regna sovrano nel balzano accalappio degli specchietti per allodole: poi c'è qualcosina o un tantino da pagare, giustificato ai consumatori in mille modi. Stratagemmi di basso marketing escogitati da pseudo pubblicitari. Di fatto, non è gratuito. Triste malafede. E il cliente perde fiducia nella tal realtà. Passo a un evento davvero gratis, d'altronde qua e là ce ne sono diversi di effettivamente no cost e particolarmente avvincenti e non a caso li pubblico sempre ( grazie Enrico che l'hai notato e me lo hai sottolineato). A Milano, dal 7 maggio al 19 giugno, nella Basilica di Santa Maria delle Grazie  ci sarà nuovamente la kermesse culturale Lezioni d Storia. Il ciclo di appuntamenti gratis coinvolge parecchio giovani studenti e adulti non superficiali per la possibilità di scoprire e riscoprire usi, costumi, società di ieri nonchè i grandi avvenimenti che hanno creato l'Italia e il mondo. Titolo: Scene di vita quotidiana, nove lezioni perlopiù di mercoledì sera, alle ore 21. Con nove opere e nove  storici chiamati a interpretarle. Andrea Giardina inaugurerà il 7 maggio, a seguire: Maria Giuseppina Muzzarelli, Carlo Ossola, Alessandro Barbero, Chiara Frugoni, Massimo Montanari, Amedeo Feniello ed Emilio Gentile. Concluderà il ciclo, il 19 giugno, Isabella Bossi Fedrigotti. Ingresso libero sino a esaurimento dei posti.

Ecco il programma:

•   mercoledì 7 maggio 2014 ore 21 – ANDREA GIARDINA ‘Giocare e (morire). Gladiatori e pubblico nella Roma antica’ a partire da Pollice verso di J.L. Gérôme

•    mercoledì 14 maggio 2014  ore 21 – MARIA GIUSEPPINA    MUZZARELLI ‘Abbigliarsi. Le stoffe, i vestiti, il mercato’ a partire da “Matricola della società dei Drappieri”, miniatura di Maestro Anonimo

•   mercoledì 21 maggio  2014 ore 21 – CARLO OSSOLA   ‘Andar pregando. Il cammino della fede’ a partire da La Madonna dei pellegrini di Caravaggio

•  mercoledì 28 maggio 2014 ore 21 – ALESSANDRO BARBERO ‘Combattere. I cavalieri, i fanti, la gente comune ’ a partire dal La Battaglia di San Romano di Paolo Uccello

•         mercoledì 4 giugno 2014 ore 21– CHIARA FRUGONI ‘Nascere. La vita in camera da letto’ a partire da La natività della Vergine di Pietro Lorenzetti

•   mercoledì 11 giugno 2014 ore 21 –  MASSIMO MONTANARI ‘Mangiare. La terra, il mercato, la cucina, la tavola’ a partire da Il mangiatore di fagioli di Annibale Carracci

•  giovedì 12 giugno 2014 ore 20 – AMEDEO FENIELLO ‘Scambiare. Il big bang dell’Occidente’ a partire da L’attività di una banca medievale come allegoria dell’avarizia, miniatura dal Tratto Sui Sette Vizi Capitali di Cocarelli

•  mercoledì 18 giugno 2014 ore 21 – EMILIO GENTILE   ‘Festeggiare. L'Italia Unita’ a partire da Solenne inaugurazione del monumento a Vittorio Emanuele II a Roma, nella mattinata di domenica 4 giugno’, disegno di A. Beltrame, copertina de La Domenica del Corriere

•  giovedì 19 giugno 2014 ore 21 – ISABELLA BOSSI FEDRIGOTTI ‘Vivere in famiglia. Ieri e oggi’ a partire da una foto personale dell’autrice