Marina Martorana è giornalista di attualità, autrice di manuali/saggistica e consulente di comunicazione
Articoli recenti

ignoranza

Comunicazione: se si ignora cosa sia

Copio e incollo dal quotidiano Repubblica di ieri: "Cercasi comunicatore, ma gratis. L’assessorato regionale all’Agricoltura cerca per il padiglione della Sicilia al Vinitaly una figura “con adeguata professionalità e competenze, risultante da curriculum, nell’ambito della comunicazione con specifiche competenze nel settore dell’agroalimentare”. Una bella occasione, se nell’avviso non si leggesse qualche riga dopo che “l’offerta è interamente a titolo gratuito comprese le spese di viaggio vitto e alloggio a Verona nel periodo della manifestazione”

Non è l'unica della serie, ma l'ultima pervenuta. E a parer mio non dipende dal voler fare i furbi. E' troppo esplicita e plateale per significare qualcosa tipo sfruttamento dei lavoratori. Piuttosto, fa venire in mente ignoranza, nel senso letterale del termine: ignorare cosa sia la comunicazione professionale, a cosa serva, quali indotti socioeconomici possa portare. E non avendone idea, perché mai retribuire per detto incarico? Una bazzeccola, soprattutto per uno/a abituato a occuparsene nell'agroalimentare. E' naturale che aggratis non si candideranno certo i top del settore e neppure i medi, ma che importanza ha?  Uno vale l'altro, se non si conosce la disciplina improbabile coglierne sfumature e differenze. D'altronde non si trovano mai annunci tipo " cercasi brava segretaria gratis, viaggio, vitto e alloggio a sue spese" perché il genere di lavoro è arcinoto a tutti. E suonerebbe assai ridicolo proporlo in questo modo.  Ultimamente un po' ovunque si legge che "siamo un popolo di ignoranti". Temo sia vero e non si tratti (solo) di nozionismo scolastico