Social network e diffusione di ignoranza

Feb

19

2018

Visto che ci sono, proseguo con un altro tipo di danno che stanno creando i social network. E' definita analfabetismo di ritorno la condizione di coloro che, pur avendo imparato a leggere e a scrivere, ne hanno perso la capacità per lunga desuetudine. Immagino infatti che almeno sino alla terza media tutti siano stati studenti, scuola dell'obbligo. Eppure tanti post contengono errori basilari di grammatica. Non intendo opinioni personali, sottolineo, ma strafalcioni linguistici. Ed essendo letti da migliaia di persone, più o molto meno acculturate, diffondono ignoranza soprattutto tra giovani e analfabeti di ritorno. Che, se leggono qual'è, poi scriveranno qual'è e non qual è. No comment sull'uso dei congiuntivi, ma pure delle declinazioni dei verbi essere e avere. Quel che mi lascia perplessa, inoltre, è quanti condividono frasi o post di altri con vistosi errori grammaticali: significa che per loro si scrive così, oppure si tratta di distrazione? Dalla mia talvolta mi capita di farlo notare chiedendo una rettifica,  perlopiù vengo bannata. Non lo faccio certo per una sorta di arroganza che non mi appartiene, nè per emulare la maestrina dalla penna rossa...bensì per un forte senso di amore per cultura, società e civiltà. Non dimentichiamo che è ben più facile sottomettere/ingannare un popolo che ignora piuttosto che darla a bere a gente istruita ( e che legge, si informa...).  Non sottovalutiamo questo aspetto, è importante per il futuro di ognuno di noi. E facciamo più attenzione a non fomentare l'analfabetismo di ritorno sui social network, please

Lascia un commento

Social network e sicurezza

Feb

18

2018

Prendo spunto da quanto sta pubblicando su Facebook la nostra detective per antonomasia - Miriam Tomponzi - a proposito di sicurezza sui social network. In sintesi: bisogna fare attenzione. Credo bisognerebbe parlarne di più, così ecco il mio contributo.  Per far presente che i social non sono sicuri e non si tratta solo di hacker che usano sofisticati aggeggi per altisonanti imprese informatiche, bensì di comuni topi d'appartamento.  Che magari non sono nostri "amici" su FB, ma hanno accesso facilmente alle informazioni che pubblichiamo nei post. La maggior parte dei profili FB è aperta, chiunque può leggere quanto scriviamo. E per una gang di ladruncoli, naturalmente hanno pure loro un profilo FB vero o fittizio,  sapere con certezza che c'è un'abitazione libera da depredare è la manna. Da evitare assolutamente, quindi, di far sapere pubblicamente che siamo in viaggio: ben più facile scardinare una porta, un cancello o quel che è in una casa senza i proprietari. Le immagini di noi spaparanzati al sole delle Maldive possiamo metterle al nostro rientro. A dire il vero la nostra società è completamente cambiata negli ultimi 15 anni e, ci piaccia o meno, dobbiamo guardare realisticamente all'attualità. I social network sono più pericolosi a livello personale di quanto non sembri e fare attenzione è indispensabile per prevenire furti e non solo. Ne riparleremo.


Contrassegnato , , ,

|
Lascia un commento

Votiamo per le libertà civili? Raccolta firme lombarde in corso

Gen

22

2018

È da poco stato presentato il programma della lista +Europa con Emma Bonino, che correrà alle prossime elezioni per un’Europa federale democratica, che promuova le libertà civili ed il diritto alla scienza, contro i nazionalismi ed i proibizionismi. Marco Cappato la sostiene con forza, pur non candidandosi per non interferire con il processo in corso a Milano. In questi giorni stiamo organizzando la raccolta delle firme sul territorio lombardo per la presentazione della lista anche alle regionali, e per la proposta di legge di iniziativa popolare “Più democrazia, più sovranità al cittadino”, volta a facilitare l’accesso da parte delle persone agli strumenti di partecipazione popolare

 


Contrassegnato , , , , ,

|
Lascia un commento